Autore: ANDREA FERRO

Situata in provincia di Venezia, una ex colonia estiva è diventata nel tempo una delle strutture di accoglienza per rifugiati e richiedenti
asilo tra le più grandi in Veneto. Un polveroso campo di calcio è una delle poche dotazioni della struttura in grado di rendere più
sopportabili i lunghi mesi di permanenza nella struttura, in attesa di conoscere l’esito dell’iter burocratico per il riconoscimento dello
status di rifugiato o degli eventuali ricorsi. I richiedenti asilo accolti sono in tutto 54. Di diversa estrazione sociale, provengono da
Nigeria, Senegal, Gambia, Mali e Guinea Bissau, e sono tutti giovani con un’età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni.